Le uscite monetarie che ruotano intorno alle case “bio”

Costruire una casa prefabbricata in legno non è affatto economico e non si tratta di fare una scelta “povera” rispetto a una normale abitazione cementizia. Il lato positivo, riguardo i costi del progetto di una casa ecologica, sono propri i prezzi fissi, senza brutte sorprese nel finale. Infatti, nella bioedilizia si può sempre tenere a bada e “congelare” l’intero ammontare del proprio budget fino all’ultimo centesimo. Questo discorso, però, è valido solo per la parte esterna, ossia quella fuori terra, dell’edificio. Infatti, bisogna poi affiancare altre voci di costi che avranno un peso non di poco conto sull’intero ammontare pari al 30% circa.

Le case ecologiche e il rispetto per l’ambiente

Le abitazioni “green” sono caratterizzate da tre aspetti essenziali: la salvaguardia dell’ambiente, il risparmio e miglioramento della qualità della vita. Le case prefabbricate in legno, rispetto a quelle tradizionali, sono dotate di una marcia in più e, inoltre, si stanno conformando alle normative europee sempre più rigide per quanto riguarda le prestazioni energetiche nell’edilizia (direttiva 31/2010), le quali prevedono un consumo di energia pari a zero per la fine del 2020.

Concept abitativi ecosostenibili

Le costruzioni di case prefabbricate in legno nascono dall’esigenza di soddisfare quella categoria di persone sensibili al problema dell’ambiente ma, allo stesso tempo, che vogliono vivere in un “habitat” dotato di ogni tipo di comfort. Di conseguenza, ogni ditta costruttrice deve garantire un elevato livello di servizi e prodotti di alta qualità e, soprattutto, ascoltare le particolari richieste dell’utenza per capirne i bisogni, i desideri, le esigenze e plasmarli nel progetto “casa”.