Case prefabbricate, case passive

Le case prefabbricate in legno assicurano un alto rendimento energetico rispetto a tutti gli standard stabiliti. Le pareti di questa tipologia di casa non sono mai molto spesse, sono sempre di circa 30 cm, ma nonostante ciò riescono a raggiungere gli standard, anche molto alti, di certificazione. Non c’è bisogno di ulteriori accorgimenti. Nonostante gli altissimi standard, è possibile migliorare ancora il rendimento con dei piccoli accorgimenti, come minimizzare o escludere del tutto aperture e finestre a nord dell’edificio; prevedere delle vetrate a sud per far sfruttare il calore dei raggi solari; consultate il vostro architetto e chiedere di fare un cappotto esterno in polistirene espanso, che permette di ottenere un isolamento termico senza paragoni. Seguendo questi piccoli consigli il costo della vostra bolletta sarà davvero basso e riuscirà a darvi il massimo del comfort, senza farvi spendere una fortuna per la bolletta dell’energia. Una garanzia ecologica ed economica.

I vantaggi dell’isolamento termico

Per quanto riguarda la nomenclatura di casa passiva, la tipologia di prefabbricata in legno può essere identificata proprio così, poiché la casa passiva dovrebbe riuscire a fornire la stessa quantità di energia che viene consumata. L’energia passiva è quell’energia che viene ottenuta grazie all’irraggiamento solare, al calore degli elettrodomestici e anche alla percentuale di persone presenti in casa. Generalmente si opta per l’installazione di un impianto di ventilazione, per evitare a dispersione del calore. Una casa passiva mette a disposizione un certo livello di energia che può essere utilizzata sia in estate sia in inverno. In questa tipologia di case, infatti, non bisogna per forza ricorrere ad un impianto di condizionamento, anche se questo dipende anche in parte dalla zona in cui si sceglie di far sorgere la casa. Inoltre, è importante anche da clienti, seguire la progettazione e discuterne i dettagli con il vostro progettista. Infatti è bene ricordare a chi disegnerà gli ambienti di casa vostra che va curata molto bene la dislocazione delle varie finestre della casa. Infatti, se si tratta di case che sorgeranno in un zona caratterizzata da un clima abbastanza caldo, si sceglie di ridurre al minimo il numero di finestre ed aperture, attraverso cui potrebbero entrare i raggi solari.

Sovrapproduzione di energia

Le case prefabbricate in legno vengono denominate, a volte, anche CaseClima Gold o CaseClima Oro. Con questa nomenclatura si intendono abitazioni che hanno un fabbisogno energetico al di sotto di 10 kWh al metro quadrato. Questo tipo di casa viene chiamata anche Casa da 1 litro perché serve 1 litro di gasolio per ogni metro quadrato. Ci sono poi anche le Case Energy Plus, cioè quelle case che riescono a produrre più energia di quella di cui hanno bisogno. Ovviamente si tratta di energia creata grazie a fonti rinnovabili. Tutti questi tipi di abitazioni rappresentano la casa del futuro, creata grazie a materiali naturali, rinnovabili, riciclabili e senza agenti chimici, alimentata grazie all’energia rinnovabile, creata per durare nel tempo e per resistere agli agenti atmosferici. La casa che sfida e vince tutti i pregiudizi.