Case prefabbricate in legno: una sicurezza contro i sismi

Le case prefabbricate in legno vengono generalmente considerate come costruzioni antisismiche, date le proprietà del legno, ed infatti sono molto diffuse nei Paesi in cui il rischio sismico è molto alto. Sono considerate come edifici antisismici, perché il legno è molto elastico e quindi capace di reagire alle vibrazioni del terremoto. È bene però assicurarsi che vengano rispettati alcuni accorgimenti costruttivi perché l’edificio sia sicuro al 100%. Sappiamo bene che purtroppo l’Italia è un Paese molto sismico e questa potrebbe essere una soluzione ottimale, perché ogni edificio venga costruito con tutti i criteri utili per garantire l’incolumità di tutti i cittadini. Sarebbe un’ottima soluzione per ricostruire alcune parti dell’Italia, perché fino al 1962 non esisteva una normativa antisismica nel campo dell’edilizia. Ed ecco che in certe zone esistono e resistono ancora quei vecchi edifici che non sono per nulla antisismici e non rispettano nessuna norma di sicurezza. È consigliata dagli esperti.

Le abitazioni naturalmente antisismiche

A testimoniare l’antisismicità delle case prefabbricate in legno è il Giappone, Paese molto sismico, che spesso impiega l’utilizzo del legno per la costruzione delle abitazioni. Anche nel nostro Paese adesso si sta diffondendo questo sistema e si sta sconfiggendo il pregiudizio che vedrebbe le case in legno fragili ed esposte ad ogni pericolo e alle intemperie. Le case prefabbricate in legno sono molto elastiche e quindi sono capaci di reagire alle vibrazioni del terremoto, infatti si deformano per poi riprendere la loro forma originaria, senza subire alcun danno. La soluzione delle case prefabbricate in legno è ottimale sia nel caso delle case a telaio, sia nelle case a parete piena. La tradizionale casa in laterocemento, invece, è più massiccia, più pesante e quindi anche più rigida, per questo non riesce a resistere ai terremoti e anche quando le norme di sicurezza antisismiche vengono rispettate, c’è comunque il rischio di qualche danno proprio a causa della sua rigidità. La casa prefabbricata in legno è quindi molto più flessibile ed elastica ed è per questo che si classifica nella top list delle tipologie di case che meglio resistono ai sismi. 

Le caratteristiche specifiche delle case antisismiche

Perché la casa prefabbricata in legno sia in grado di resistere bene ai sismi, è opportuno tenere presenti alcuni aspetti importanti, che dovrete verificare già nella fase progettuale, come ad esempio:

  • Assicurarsi che la casa abbia un buon controventamento a tutti i carichi laterali generati nel corso di un terremoto;
  • Le pareti interne dell’abitazione devono avere una funzione portante per garantire un’ottima resistenza all’onda sismica;
  • Assicurarsi che non venga progettata una casa troppo vuota, sarebbe a dire con poche pareti o con troppe vetrate, perché in questo caso sarebbe opportuno far realizzare dei pilastri o delle travi in acciaio;
  • Dimensionare in maniera corretta la platea della fondazione. Questo è molto importante perché il suo compito sarà proprio quello di ammortizzare l’energia sismica, impedendo danni alla costruzione;
  • Aumentare il numero degli ancoraggi della casa al solaio della platea.