Tutti i passaggi della costruzione di una casa in legno

Varie volte si è detto che la costruzione di una casa prefabbricata in legno prevede tempistiche nettamente inferiori rispetto alla realizzazione di una casa in cemento di pari dimensioni. Ma cosa permette questa riduzione notevole dei tempi? Vediamo in questo articolo tutti i vari passaggi costruttivi che consentono di mettere in piedi un’abitazione sostenibile in legno in breve periodo.

Lindice di edificabilità dei terreni

La realizzazione di qualsiasi edificio non è cosa semplice, perché c’è una lista praticamente infinita di permessi e autorizzazioni che molto spesso allungano i tempi più del dovuto o costringono a rivedere il progetto dall’inizio. Uno di questi è l’Indice di Edificabilità: scopriamo cos’è e come viene calcolato.

La bellezza dell’architettura sostenibile

L’edilizia moderna sta progressivamente lasciando il posto ad una più efficiente e sostenibile, soprattutto per risolvere grandi problemi legati agli alti costi di gestione per il riscaldamento e per l’energia elettrica. La bioedilizia, in questo caso, è la giusta strada da seguire che, attraverso nuove metodologie costruttive e sistemi all’avanguardia, risolve tutte quelle esigenze connesse al deterioramento dell’ambiente naturale.

Casa ecologica o tradizionale in cemento armato?

Col progredire della tecnologia si perfezionano anche i metodi costruttivi legati alla fabbricazione delle case. In Italia, oggi giorno, sempre più persone stanno abbandonando l’idea della tradizionale abitazione in cemento armato, preferendo di gran lunga la soluzione ecosostenibile delle case in legno e i numerosi vantaggi ad esse associati.

Perché scegliere una casa ecologica

I motivi per cui scegliere di costruire una casa ecologica sono davvero tanti. Innanzitutto, una casa ecologica è in grado di offrire un elevato comfort termico, grazie alla scelta di materiali naturali, come la fibra di legno e il legno lamellare, che, oltre ad essere ottimi isolanti termici, hanno un coefficiente termico più basso rispetto al cemento e ai mattoni.

Inoltre, quando il legno viene esposto ad una fonte di calore, oppone una resistenza che è circa 400 volte superiore a quella dell’acciaio e circa 10 volte superiore a quella del cemento. Di conseguenza, una casa in legno lamellare ha una resistenza al trasferimento di calore uguale a quella di una parete di mattoni spessa 80 cm.

Le pareti delle case ecologiche sono caratterizzate da un sistema di struttura autoportante, ovvero un’insieme di travi in legno lamellare che adottano un comportamento flessibile ed elastico, dissipando la concentrazioni degli sforzi. Questo si traduce in una resistenza al rischio sismico di almeno 8/9 gradi sulla scala Richter.

I tempi di realizzazione

Progettare e costruire una casa ecologica comporta soprattutto un notevole risparmio di denaro e di tempo rispetto ad una casa tradizionale. Il legno utilizzato per la realizzazione dell’abitazione, viene tagliato e lavorato in fabbrica con macchinari ad hoc, in condizioni perfettamente controllate, al sicuro da agenti atmosferici e da intemperie. Grazie al processo industriale ormai collaudato e all’utilizzo di sistemi innovativi, per creare i muri di una superficie di 100mq basta solamente una settimana di lavoro in fabbrica. Per la realizzazione, invece, di una casa “al grezzo” ci vuole circa un mese lavorativo, in base alla difficoltà del progetto, e può essere eseguito in qualsiasi stagione e a qualsiasi temperatura. In ogni caso, una casa ecologica può essere terminata entro massimo 100 giorni dalla data inizio lavori, senza eventuali “allungamenti” come accade spesso per le case classiche.

Una delle caratteristiche principali del legno è che, quando viene essiccato in forni a determinate temperature, riduce la possibilità di formazione di fessure e spaccature. Quindi, una casa ecologica costruita secondo i più alti standard qualitativi, con proprietà idrofughe e ignifughe, può durare oltre cento anni e resistere senza problemi agli shock negativi provocati dai terremoti.

Costruire una casa ecologica con questi criteri è un po’ il sogno di tutti ma è alquanto difficile quantificare in origine i costi totali, poiché ci sono molte variabili e molteplici soggetti che intervengono nell’esecuzione del lavori. Sicuramente c’è un netto risparmio, dovuto al basso peso della sovrastruttura in legno e alle fondamenta già pronte rispetto ad un’abitazione in muratura in cui vengono utilizzati materiali pesanti e abbastanza costosi, come cemento e ferro.

 

 

Bioedilizia: i materiali scelti per costruire

La bioedilizia è una pratica costruttiva sempre più diffusa, non solo per la sua bellezza e funzionalità ma anche per l’attenzione rivolta al rispetto per l’ambiente e al risparmio energetico. I materiali con cui vengono costruite le abitazione provengono totalmente dalla natura e offrono numerosi benefici e vantaggi rispetto ad una normale abitazione in cemento armato.

Pareti in legno ed in muratura: le differenze

Quando si parla di case prefabbricate in legno, viene spontaneo e quasi naturale fare un confronto con le case in laterocemento. È sempre utile, per far comprendere meglio tutti i vantaggi che una casa prefabbricata in legno può offrire, rispetto ad una tradizionale abitazione, cui siamo abituati da molto tempo, soprattutto nel nostro Paese. Parleremo delle pareti e delle modalità per renderle isolanti.

Il legno: è un materiale sicuro?

La gente non vede di buon occhio il legno, soprattutto perché si è portati a pensare subito al fuoco e agli incendi e anche per una buona ragione. Storicamente il legno è stato il principale materiale da costruzione in molti luoghi del mondo. Intere città venivano costruite il legno. Sono molte le informazioni presenti negli archivi storici di città che sono state distrutte da incendi. Nelle città densamente popolate il fuoco potrebbe passare rapidamente da un edificio ad un altro. Questa idea è profondamente radicata nelle menti della gente ancora oggi, e non viene scalfita così facilmente. Secondo le statistiche la maggior parte degli incendi verificano ancora nelle case di legno. Ma ecco cosa succede esattamente quando il legno incontra il fuoco.

L’estetica della casa in legno

I prefabbricati in legno sono molto versatili e non sono assolutamente inquadrabili in una forma precisa di architettura. Molte persone sono interessate alla costruzione di case in legno, perché l’idea di vivere in una casa rispettosa dell’ambiente piace un po’ a tutti. Inoltre, le case in legno attraggono sempre più persone grazie al fatto di far risparmiare soldi in termini di riscaldamento. Tuttavia, alcuni luoghi comuni che andrebbero sfatati, le fanno apparire un po’ più “bruttine” rispetto alle costruzioni tradizionali. L’idea di non poter costruire, ad esempio, un bel casale toscano completamente in legno è assolutamente errata! Inoltre, ancora molte, forse troppe persone, si chiedono se una casa in legno possa o meno essere rivestita in mattoni o in pietra. Bene, chiariamo ogni ragionevole dubbio partendo dall’inizio.

Pericolo acqua nelle case prefabbricate in legno

A differenza di quanto si potrebbe pensare a primo acchito, il legno non è particolarmente soggetto ad incendi, anzi vi resiste molto bene, ma allo stesso tempo non teme nemmeno l’acqua. E certo sono in tanti a chiedersi cosa potrebbe accadere in caso di allagamento della zona in cui sorge la propria casa prefabbricata in legno. È una delle prime questioni che solitamente viene in mente a chi pensa di acquistare questa tipologia di abitazione. Innanzitutto, quando si fa riferimento ad un allagamento, parliamo di casi molto gravi che possono verificarsi in caso di condizioni meteorologiche straordinarie, come fiumi che straripano o veri e propri casi di emergenza maltempo. Di certo, il contatto dell’acqua con la casa per un tempo molto lungo potrà portare a dei danni molto gravi alla struttura e alle finiture.