Come chiedere un finanziamento per costruire la casa in legno

Rispetto ad una casa tradizionale in laterocemento, il pagamento di una casa in legno avviene con modalità differenti, ed è per questo motivo che è necessario chiedere all’azienda a cui si è deciso di affidare la costruzione del proprio prefabbricato in legno, quali siano le varie fasi di pagamento e se vi sono agevolazioni per la richiesta di finanziamenti. Infatti, in diverse occasioni è possibile imbattersi in aziende che hanno già accordi di base con le banche, le quali sono disposte anche a valutare i singoli casi. Per cui vediamo in questa piccola guida in cosa consiste la procedura per la fideiussione e il pagamento per gli “Stati di avanzamento dei lavori“.

La stipulazione del contratto

Per l’acquisto di un prefabbricato in legno si può richiedere un mutuo come per le case “tradizionali”? Le modalità di richiesta sono le stesse e sono previste le medesime agevolazioni? In genere, quando si costruisce un fabbricato in laterocemento, il pagamento avviene secondo gli “Stati di avanzamento del lavoro”, ossia dopo l’esecuzione di una parte del lavoro, è possibile calcolare quanto il committente deve versare all’impresa di costruzione. Per i prefabbricati in legno, invece, le modalità di pagamento sono completamente diverse. Dopo aver scelto la casa dei propri sogni dal catalogo dell’azienda o comunque dopo la presentazione del progetto esecutivo, avviene tra l’acquirente e l’azienda la stipulazione del contratto, in cui vengono indicate in maniera dettagliata tutte le modalità di lavorazione, le rifiniture, il tipo di casa e la prosecuzione dei lavori.

Cos’è la fideiussione?

In genere, le aziende che si occupano della costruzione di una casa in legno, richiedono all’acquirente di coprire tutta la somma del pagamento, mediante una fideiussione bancaria, o altre garanzie. La fideiussione serve all’azienda per portare a termine il lavoro, nel momento in cui l’acquirente non fosse più in grado di coprire i costi di costruzione della casa. Infatti, per i prefabbricati in legno, la costruzione avviene direttamente in azienda e in tempi piuttosto brevi. Una volta costruita la casa in legno, non potrà più essere venduta ad altri clienti, dato che è stata realizzata seguendo un progetto completamente nuovo o apportando modifiche ai progetti in catalogo. Per quanto riguarda le case in laterocemento, invece, dato che i tempi sono molto più lunghi, al limite i lavori vengono bloccati (cosa non così rara).

Le agevolazioni fiscali

Alcune aziende sono convenzionate alle banche per consentire all’acquirente l’accesso alle agevolazioni fiscali, e far si che esso possa ottenere un mutuo per costruire la casa dei propri sogni. È quindi necessario informarsi presso l’azienda scelta, se applica questo tipo di agevolazioni. Le fasi di pagamento del prefabbricato in legno, infine, coincidono con le varie fasi di assemblaggio, fino a coprire il 90-95% della cifra complessiva. A questo punto, l’azienda è già riuscita a coprire tutti i costi di fabbricazione della casa ed è riuscita a pagare il materiale acquistato, oltre a tutta la manodopera necessaria, come pavimentisti, impiantisti, imbianchini e carpentieri.