I tetti in lamiera

State progettando la vostra casa prefabbricata in legno e non sapete quale copertura scegliere? Vi piacerebbe utilizzare i tetti in lamiera? Leggete l’articolo e scoprite tutto quello che c’è da sapere.

In fase di realizzazione della copertura di una casa prefabbricata, le aziende produttrici lasciano ampia libertà di scelta ai propri clienti sulla tipologia da utilizzare. Infatti, i sistemi costruttivi lignei non hanno alcun vincolo in merito alle varianti di tetti da utilizzare. Quindi, molto spesso si opta per tetti in lamiera. Ma rappresenta l’opzione migliore?

Scopritelo insieme a noi leggendo l’articolo.

CASE PREFABBRICATE IN LEGNO: i tetti in lamiera

Le case in legno, come accade per le strutture classiche in muratura, devono rispettare dei vincoli non solo tecnici ma soprattutto paesaggistici. Infatti, la costruzione di nuove case è condizionata dalla presenza di vincoli edilizi

Quindi, quando si decide di costruire una nuova casa, è opportuno documentarsi se in quel determinato luogo, ci siano dei vincoli da rispettare. In passato, infatti, molti regolamenti comunali in materia di pianificazione, avallavano diversi limiti, senza però fornire regole architettoniche precise che potessero considerare il contesto territoriale, storico, ambientale e culturale di edificazione.

Proprio per tale motivo, le città sono piene di strutture abitative molto eterogenee e diverse che non hanno alcun richiamo alle strutture locali, sia nell’uso di colori sia nei materiali.

Fortunatamente, le case prefabbricate non hanno una sola forma standard, ma possono tranquillamente adattarsi a qualsiasi situazione e opzioni richieste.

Ciò permette la realizzazione di case prefabbricate in legno con un aspetto più tradizionale ma anche più moderno. Infatti, il legno utilizzato per le strutture portanti, sia verticali che orizzontali, non è mai a vista ma, solitamente, è racchiuso a mo’ di sandwich, all’interno dei rivestimenti protettivi. Quindi, facilmente adattabile ai vincoli architettonici richiesti.

Per quanto riguarda, quindi, il tetto delle case prefabbricate in legno, è possibile realizzarlo con:

  • inclinatura a falda (unica, doppia, a padiglione);
  • pendenze minime o accentuate;
  • coperture piane o complesse.

Per tutte le possibilità, è sempre necessario un manto di copertura a protezione dal tetto. Questo, sarà in grado di limitare le dispersioni termiche e proteggerà da possibili infiltrazioni d’acqua.

In particolar modo, un tetto in legno, per essere eseguito ad opera d’arte, deve isolare dal freddo ed evitare il surriscaldamento, durante il periodo estivo, degli ambienti sottostanti.

Affinché ciò avvenga, è necessario prevedere una camera di ventilazione. Questo permetterà di asportare naturalmente il calore e la posa di pannelli, in fibra di legno, coibenti ad alta densità, utili a sfasare l’onda termica per molte ore.

Ed inoltre, deve essere prevista un’ottima impermeabilizzazione per evitare possibili rischi di infiltrazioni di acqua, soprattutto per pendenze non elevate.

Infatti, un tetto può essere:

  • Non isolato e non ventilato molto semplice e vecchio, normalmente utilizzato per proteggere un sottotetto non abitabile. In questo caso non sono previsti né lo strato isolante né quello di ventilazione e l’impermeabilizzazione è eseguita direttamente sulla struttura portante
  • Non isolato ma ventilato, soluzione poco utilizzata, è una variante del precedente, ma in questa viene ricreata un’intercapedine per la ventilazione fra l’impermeabilizzante e il manto di copertura.
  • Isolato e non ventilato, definito tetto caldo, in cui è presente lo strato isolante, accoppiato ad una barriera a vapore, ma non quello di ventilazione. Questa tipologia viene può essere utilizzata per coprire ambienti abitabili.
  • Isolato e ventilato, detto tetto freddo, è la tipologia utilizzata per le coperture dei moderni spazi abitabili. Questa garantisce migliori prestazioni in quanto è previsto sia lo strato di ventilazione, sia quello per l’isolamento.

Quindi, un tetto inclinato è più indicato ed efficace rispetto ad una copertura piana, proprio perché l’acqua non ha la possibilità di rimanere sulla superficie ma scivolerà via per effetto della gravità attraverso grondaie e pluviali.

Con un tetto piano, si ha il rischio di formazione di “vasche” in cui l’acqua stagnerà e lo svuotamento potrebbe essere problematico, soprattutto in caso di bombe d’acqua e di scarsa manutenzione.

A detta di ciò, un tetto in lamiera rappresenta una valida alternativa da utilizzare come copertura di una casa prefabbricata in legno. Infatti, esso garantisce una migliore tenuta all’acqua rispetto ad una copertura in tegole o coppi.

Inoltre, rappresenta un’ottima soluzione offrendo elevate garanzie, soprattutto in presenza di falde con poca pendenza.

Inoltre, su qualsiasi tetto in lamiera, è possibile prevedere:

  • pannelli termici e solari, utili per il risparmio energetico
  • abbaini;
  • lucernari;
  • finestre per tetti;
  • botole da tetto;
  • comignoli;