Il risparmio energetico delle case prefabbricate in legno

Tra i tanti vantaggi delle case prefabbricate in legno, c’è anche quello energetico. Infatti, grazie all’impiego del legno che è un grande isolante, è possibile utilizzare pochissima energia per riscaldare e raffreddare la casa. Rappresenta una delle migliori opzioni dal punto di vista del risparmio energetico, però bisogna valutare con cura, magari chiedendo l’aiuto di un esperto, il tipo di riscaldamento da utilizzare. Una caldaia, una centralina che regoli in automatico la temperatura, oppure un impianto di ventilazione meccanica? Le opzioni sono tantissime e tutte da valutare attentamente, tenendo in considerazioni la grandezza della casa, il fattore ambientale e le esigenze di chi la abita.

Qualche consiglio per ottenere il massimo utilizzando il minimo

Anche se si tratta di una tipologia di casa che permette già di risparmiare per le sue caratteristiche intrinseche, adottare uno stile di vita che guardi al risparmio sulle bollette è importante. Vogliamo darvi qualche dritta perché le vostre bollette siano sempre leggere e non vi facciano venire un colpo. Innanzitutto vi consigliamo di farvi consigliare anche da un esperto, la tipologia di riscaldamento da adottare, a seconda delle esigenze della casa e di tutta la famiglia. È possibile scegliere la caldaia di potenza ridotta e la casa in legno si presta bene, perché gode di una grande autonomia energetica. Un’altra valida opzione potrebbe essere quella di installare una centralina per la regolazione automatica della temperatura; un’opzione che vi permetterà di programmare il riscaldamento solo nelle ore in cui davvero servirà. O ancora potrestw optare per l’installazione di valvole termostatiche ad ogni termosifone. Nel caso dei caloriferi sarebbe opportuno fare una manutenzione regolare, per ottimizzarne le prestazioni, tra cui svuotarli dall’aria, cosa che accade molto spesso e che impedisce al calore di fuoriuscire in maniera compatta e regolare. Ricordate anche di non coprire ai i termosifoni con mobili od oggetti. Per una casa prefabbricata in legna basterà far si che la temperatura interna alle case sia sempre attorno ai 21 gradi, cercando di evitare degli sbalzi termici tra ambienti interni ed esterni; per ciò dovrete regolarvi anche in base alla temperatura esterna delle vostre zone. Un altro valido consiglio potrebbe essere di chiudere le finestre con tapparelle o persiane durante l’inverno, per impedire al calore di disperdersi ed utilizzare delle schermature solari per le vetrate durante l’estate per evitare un uso troppo smodato dei condizionatori.

L’opzione del timer

L’opzione del timer per utilizzare i riscaldamenti solo nelle ore necessarie è una delle migliori soluzioni da adottare per coloro che hanno deciso di abitare in una casa prefabbricata in legno. Ricordiamo che il legno è un isolante e già per questo non è necessario un impianto di riscaldamento enorme, ma basterà una soluzione intelligente. In questo modo potrete evitare di azionare qualunque tipo di riscaldamento nelle ore notturne e potrete utilizzare un timer che li azionerà poco prima del vostro risveglio, facendo trovare un ambiente caldo ed accogliente. Una soluzione intelligente, che vi farà risparmiare tantissimo sulle bollette energetiche.