Le uscite monetarie che ruotano intorno alle case “bio”

Costruire una casa prefabbricata in legno non è affatto economico e non si tratta di fare una scelta “povera” rispetto a una normale abitazione cementizia. Il lato positivo, riguardo i costi del progetto di una casa ecologica, sono propri i prezzi fissi, senza brutte sorprese nel finale. Infatti, nella bioedilizia si può sempre tenere a bada e “congelare” l’intero ammontare del proprio budget fino all’ultimo centesimo. Questo discorso, però, è valido solo per la parte esterna, ossia quella fuori terra, dell’edificio. Infatti, bisogna poi affiancare altre voci di costi che avranno un peso non di poco conto sull’intero ammontare pari al 30% circa.

Le voci di costo da tenere in considerazione

Per non imabattersi in situazioni turbolente e poco piacevoli, è necessario fare una delucidazione dettagliata in materia dei costi attraverso un piccolo esempio.

Nel caso si voglia costruire una casa prefabbricata in legno, perchè mossi da una grande sensibilità e rispetto verso l’ambiente e per godere di tutti i benefici ad essa legati come i bassi consumi e la massimizzazione energetica, è necessario innanzitutto trovare una porzione di terra con determinati requisiti e una buona disponibilità economica. La posizione geografica è un aspetto abbastanza rilevante e, una volta trovata, sarà possibile iniziare i lavori di platea in cemento armato su cui verrà edificato l’edificio. A questo penserà una ditta specializzata che eseguirà il lavoro a un determinato prezzo. Poi, sarà necessario presentare il materiale cartaceo al Comune di residenza e, per fare questa operazione, sarà indispensabile la figura di un tecnico specializzato, quindi altri esborsi monetari. A questo, infine, si aggiungono altre spese accessorie.

Ulteriori spese necessarie

Purtroppo, sono presenti altre spese accessorie dalle quali è impossibile esimersi. Come già anticipato, per la creazione della platea, o di altre opere di una certa rilevanza, è necessaria un’azienda esterna che esegua gli scavi e le relative opere di dissotterramento con una spesa che si aggira intorno ai 20/25mila euro. C’è da considerare la spesa riguardante la presentazione del progetto al Comune e la concessione edilizia mediante l’intervento di un tecnico che si occuperà della direzione dei lavori, delle indigini geologiche e via dicendo. Chiaramente, il tutto si traduce in costi che si aggirano sui 20/22mila euro. A questi bisogna aggiungere gli oneri che spettano al Comune, più o meno 15/18mila euro, legati all’urbanizzazione primaria e secondaria, con la possibilità di rateizzare l’intero importo. Anche gli allacci comportano un esborso monetario, che si aggira sui 5mila euro, che prevodono i collegamenti alla rete elettrica, fognaria, telefonica, gas e acqua.

Come ultima spesa, ma non perchè di minore importanza, ci sono i vari imprevisti che rappresentano una costante da prevedere, sempre. Sebbene i costi di realizzazione di una casa ecologica si possono stabilire in maniera precisa e dettagliata, c’è la possibilità di variare o aggiungere qualcosa durante la fase costruttiva. Di conseguenza, la spesa può essere quantificata in 10mila euro circa.