Perchè scegliere le case prefabbricate in legno?

La nota positiva è che le case prefabbricate in legno, sotto il profilo del comfort, design e qualità, non sono da meno rispetto ad una casa tradizionale in calcestruzzo. In più, è possibile realizzarle in qualunque tipo di luogo in quanto non richiedono specifiche tipologie di terreno o condizioni climatiche. Altri vantaggi riguardano la loro resistenza al fuoco e ai terremoti e al minor tempo di costruzione, con prezzi che possono variare in base al tipo di impiantistica che si sceglierà di installare. Più gli impianti saranno innovativi, più l’edificio sarà efficiente con un notevole risparmio sui costi che si quantificheranno nel corso del tempo.

Definizione di case prefabbricate

Si tratta di costruzioni identiche in tutto e per tutto a quelle tradizionali in cemento e acciaio. Purtroppo, in Italia, sono ancora poco “capite” in quanto non abbiamo una tradizione millenaria come accade per quei Paesi del Nord Europa, americani o asiatici. La popolazione italiana reputa questa tipologia di case poco solida e meno duratura rispetto ad una in cemento armato o muratura che sono le più gettonate nella nostra cultura. Tutto ciò è dovuto anche alla poca informazione e alla scarsa pubblicità in merito alle case prefabbricate in legno che, contrariamente a ciò che pensa la maggior parte della gente, si rivelano nuclei abitativi innovativi ed affidabili e soprattuto un’ottima alternativa alle case classiche.

Il legno è l’elemento dominante e viene utilizzato sia per gli elementi di finitura, sia per la realizzazione vera e propria delle pareti, solai e coperture, raggiungendo elevati standard di efficienza energetica e comfort ,all’insegna del rispetto dell’ambiente e al minor spreco di risorse preziose.

I vantaggi e i benefici

Scegliere di costruire una casa prefabbricata ha i suoi innumerevoli benefici sia sotto il profilo acustico che termico, oltre ad essere resistenti al fuoco e ai terremoti. Inoltre, sono assolutamente vantaggiose dal punto di vista energetico e con tempi di cantiere ridotti rispetto ad una normale costruzione in muratura. Sono ecosostenibili e, trattate nella giusta maniera, godono di un’ottima durabilità. Tutte queste caratteristiche sono rese possibili grazie alle pareti con spessore variabile.

Il legno, poi, ha delle proprietà che lo rendono il materiale più adatto a questo tipo di costruzioni, come ad esempio il suo lento processo di carbonizzazione che riduce il rischio di un collasso strutturale repentino. Oltre alle eccessive fonti di calore, questi edifici resistono molto bene alle forti oscillazioni della terra poiché il legno, essendo flessibile, è in grado di sopportare forti sollecitazioni. Se in fase di progettazione si presta la massima attenzione alle problematiche più importanti, quali ad esempio l’attacco parete-fondazione, attacco parete-tetto e attacco serramenti-parete, si azzera la probabilità di cambiamenti e variazioni strutturali col passare del tempo.

Per costruire una casa prefabbricata in legno, generalmente, si impiegano da uno a tre mesi con la possibilità di variazione di tempi e costi legati alla dimensione dell’abitazione, alle finiture e al tipo di tecnica scelta per la costruzione. In sostanza, dipende dalla complessità dell’edificio.