Scopriamo la tecnica MGM

Si chiama Massiv-Holz-Mauer, si abbrevia in MHM ed è tra le soluzioni e le tecnologie più innovative per quanto riguarda costruzione e realizzazione di case prefabbricate in legno. Vediamone tutte le caratteristiche, i tempi che questo sistema richiede per avere una casa finita, i costi e anche tutte le risorse di cui ha bisogno.

Il nuovo con le parti migliori del vecchio

Parlando del sistema costruttivo Massiv-Holz-Mauer (che si abbrevia per comodità e facilità di pronuncia un MHM), si evince che si parla di uno dei più innovativi sistemi costruttivi attualmente disponibili per quanto riguarda la realizzazione di case prefabbricate in legno, e si capisce anche subito il motivo. Questo sistema è infatti in grado di combinare la comodità del legno traspirante all’aspetto, al design e alle funzionalità del classico muro in calcestruzzo. Le componenti prefabbricate della casa in legno fatte con questo sistema sfruttano tecnologie ad alta precisione, nate per ridurre notevolmente sia i tempi costruttivi sia i costi di realizzazione.

Le case prefabbricate in legno MHM portano non pochi vantaggia chi le compra, che vanno dai benefici tipici di tutte le case in legno, ovvero resistenza al fuoco, anti-sismicità, lunga durata nel tempo e poca manutenzione a risultati più eccellenti per quanto riguarda l’ambito vivibilità e quello eco-sostenibile e questo perché la tecnica MHM presenta importanti novità, che altre metodologie costruttive non hanno.

Questa tecnica, infatti, sfrutta la parete massiccia Massiv-Holz-Mauer e un tipico pannello MHM è fatto dall’unione incrociata e ortogonale di diverse tavole, che prima dell’assemblaggio sono state ben levigate, scanalate e formate e infine fissate con dei chiodi in alluminio. A differenza della tecnica X-Lam – di cui si è parlato in questo articolo – il metodo MHM non richiede di utilizzare colle e questo fa sì che la parete rimanga sempre ben traspirante e garante di comodità all’interno dell’ambiente domestico.

In generale, le pareti MHM danno la possibilità di scegliere diversi spessori, che possono arrivare anche a 34 cm in base a quanta stabilità e isolamento termo-acustico si va cercando. Ed è bene sottolineare che il telaio delle pareti in legno realizzate con tecnologia MHM non presentano vuoti, il che differenzia i pannelli di questa tecnologia da quelli a telaio perché quelli in MHM si possono dire praticamente dei muri di legno (assenza di vuoti vuol dire che tutto il legno e tutte le pareti sono ben spesse, piene e quindi anche più pesanti).

Non ultimo vantaggio è quello della libertà nei progetti abitativi, altra caratteristica che differenzia la tecnologia MHM da quelle più tradizionale e che consente al compratore di poter cambiare ide anche all’ultimo momento e addirittura anche a lavori finiti, se magari ha bisogno di un po’ di spazio in più. E qui si ha un vantaggio importante sul mattone, perché il legno massiccio e pieno usato dal metodo MHM è decisamente più versatile rispetto al mattone e tra l’altro questo consente alle pareti di essere portanti, richiedendo meno impiego di materiale.

MHM: Prestazioni, e non solo su carta

Ecco come si possono riassumere le caratteristiche più importanti delle case prefabbricate in legno massiccio realizzate con tecnologia Massiv-Holz-Mauer:

  • Grande isolamento termo-acustico. Come accennato nelle righe di sopra, la struttura dei pannelli in questa tecnologia è realizzata attraverso l’incrocio di diversi strati, e i pannelli stessi – che ricordiamo possono essere spessi anche 34 cm – presentano delle scanalature sulle superfici, che migliorano le performance d’isolamento e consentono di avere un muro fatto solo ed esclusivamente di legno.
  • Abilità nell’accumulo di calore. Tutta questa importante area di legno e la compattezza strutturale permettono un più grande accumulo di calore e quindi anche maggiori tempi di raffreddamento in inverno, se paragonati a case prefabbricate in legno realizzate secondo altri metodi costruttivi. In questo modo si ha una più grande comodità all’interno dell’abitazione e naturalmente una sostanziale riduzione dei costi del riscaldamento, in quanto nei mesi più freddi chi abita in una casa di questo tipo lo impiegherà in misura molto minore che se si trovasse in una casa tradizionale.
  • Forma stabile. Proprio il legno massiccio caratterizzante la struttura fa sì che le pareti non cedano né si ritirino e quindi che mantengano sempre la loro forma originaria.
  • Qualità dei materiali. Come per tutte le case in legno, anche quelle con metodo costruttivo MHM non sono esenti dal presentare materiali di ottima qualità, e quindi soddisfano se non superano tutti gli standard di isolamento, e di repulsione di incendi e umidità.
  • Ambiente amico. Il sistema MHM non è diverso dagli altri sistemi di costruzione delle case prefabbricate in legno, e quindi anch’esso s’impegna ad escludere ogni sostanza chimica e collante in tutte le aree interne ed esterne, e in queste ultime vi è una massima riduzione delle misure di protezione dagli agenti atmosferici (perché, in sostanza, non servono). Va detto, poi, che la struttura può essere completamente riciclata in caso di abbandono o comunque di utilizzo completamente interrotto.

All’interno si vive meglio

Lo dice la scienza dopo attenti esperimenti: i pannelli di legno massiccio, proprio per via dell’importanza monolitica della loro struttura, cancellano addirittura il 95% delle onde elettromagnetiche provenienti da smartphone, radio e altri apparecchi con connessione. Inoltre, pur non essendo compatto, il legno ha una morfologia tale da riuscire ad assorbire e spostare tutta l’umidità, e in modo capillare. Il legno assorbe l’umidità, raggiungendo sempre un suo equilibrio rispetto alla condizione di umidità nell’aria esterna, che di solito è sempre tragica.

Il legno quindi non rende mai l’aria secca per cui si comporta in questo modo: in zone molto umide, come bagno e cucina dove possono concentrarsi anche tante persone (in questo caso, la cucina) il legno opera per togliere parte dell’umidità dell’ambiente, portandola all’esterno dell’abitazione.

E cosa da considerare, anche le case prefabbricate in legno messe in piedi secondo metodo MHM presentano la stessa precisione e rapidità di fabbricazione di tutte le altre case prefabbricate in legno. Quando vengono portate sul sito di costruzione, le pareti necessitano unicamente di essere montate e avvitate seguendo lo schema della numerazione interna (è lo stesso metodo che vi fa usare Ikea, ma naturalmente più chiaro e preciso), senza richiedere ferramenta o altri materiali. Per farvi capire, una casa prefabbricata in legno di 150 o 120 mq può essere tranquillamente montata in 3 giorni, anche con il tetto.

Un prezzo che sorprende

Parlando di prezzo, c’è un’altra sorpresa perché la tecnica MHM è uno di quei rarissimi esempi in cui la qualità di un prodotto è inversamente proporzionale ai suoi costi di realizzazione. Questo è dovuto ai già visti ridotti tempi di assemblaggio, che quindi abbattono anche i costi di manodopera e attrezzature. Se infatti a pari dimensioni (120 o 150 mq) una casa in cemento allo stato grezzo ha bisogno di 4 settimane di lavori, quella in MHM abbiamo visto che ne richiede 3. E quindi con così poco tempo e con meno risorse impiegate, il prezzo scende e quindi si ha un notevole risparmio economico.